LOGO ERBORISTERIA DULCAMARA

PER INFORMAZIONI

  ERBORISTERIA A SINALUNGAmonografia del colchico, colchico proprietÓ, Colchicum autumnale proprietÓ terapeutiche, farmacologia colchico, azioni farmacologiche colchico, proprietÓ medicamentose del colchico

RITORNA ALLA HOME PAGE                                                  PORTA ALL'INDICE DELLE PIANTE VELENOSE                                                  TORNA ALL'INDICE FITOTERAPIA

GENERE COLCHICUM

Colchicum autumnale

HABITAT - PRINCIPI ATTIVI - AZIONI FARMACOLOGICHE - MODI D'IMPIEGO

(Pianta Velenosa da non usare)*

Importante: i preparati galenici di questa monografia, sono riportati esclusivamente a titolo didattico o conoscitivo, poichÚ trattandosi di pianta molto velenosa, i suoi preparati sono di esclusiva competenza del farmacista (Adriano Sonnini)

 

Colchicum autumnale L. Nomi volgari: Colchico, Efemera, Zafferano matto, Giglio matto, Freddolina. — ╚ una pianta erbacea perenne munita di un bulbo sferico-piriforme di colore rosso-nerastro avvolto da una tunica bruna. In autunno, dal bulbo nascono 1-7 fiori formati da un lungo tubo perigoniale, diviso in alto in sei lobi oblunghi-lanceolati di colore lilacino-porporino. Gli stami sono sei e gli stili tre, curvati in alto e pi¨ lunghi degli stami. A primavera si sviluppano le foglie e matura il frutto. Le foglie sono larghe, lanceolate lunghe 20-30 cm. Il frutto Ŕ una capsula ovale bislunga, contenente molti semi globosi, zegrinati.

AD ALTA RISOLUZIONE

HABITAT — Cresce comunemente nei prati dal mare alla zona montana nella penisola e nelle isole. Fiorisce in settembre-ottobre.

PRINCIPI ATTIVI — Tutta la pianta Ŕ fortemente tossica per la presenza dell'alcaloide colchicina. I bulbi contengono da 0,03 a 0,06 per cento di colchicina, inulina, tannino, gomma, resine, un olio grasso e circa il 20 per cento di amido e vengono raccolti in giugno-luglio, tempo in cui si ha il massimo tenore di principi attivi. Nei semi si trova da 0,20 a 0,40 per cento di colchicina, zucchero, tannino, acido gallico, olio fino, fitosterina, amido e sostanze albuminoidee.

AZIONI FARMACOLOGICHE — II Colchico possiede azione antigottosa, diuretica, antinevralgica, vermifuga, sedativa. ╚ ritenuto rimedio sovrano contro la gotta. Si pu˛ impiegare solamente se le funzioni dei reni e dell'intestino sono buone. ╚ buona regola interrompere la cura appena intervengano segni di intolleranza.

MODI D'IMPIEGO — La polvere del bulbo s'impiega come calmante alla dose di 5-10 cg e come diuretico e antigottoso alla dose di 10-40 cg. Si prepara un vino con 60 g di bulbi in un litro di vino a cui si aggiungono 60 g di alcool; si filtra accuratamente per carta e lo si amministra alla dose di 0,50-2 g in tisana. La polvere di semi si prende alla stessa dose della polvere di bulbo. Il vino medicato ottenuto con i semi (25 g in un litro di vino, pi¨ 20 g di alcool) si prescrive alla posologia di 1-3 g in tisana. La tintura si consiglia alla dose di 30-90 gocce e serve anche per uso esterno per frizioni.

 

Tratto da: Piante medicinali e velenose della flora italiana

Edizioni artistiche Maestretti - Istituto Geografico De Agostini Novara

*Nota del Webmaster

RITORNA ALLA HOME PAGETORNA ALL'INDICE FITOTERAPIA